HTML con PHP

utilizzare PHP in pagine HTML


Come tutti sappiamo, le comuni pagine web statiche sono solitamente costituite da solo codice HTML, che non permette grandi "possibilità". E’ quindi possibile rendere dinamica una pagina web, arricchendola di potenzialità, tramite l’inserimento di codice PHP.

L’operazione è estremamente banale, basta infatti inserire i tag di apertura e chiusura di PHP all’interno del corpo della pagina HTML

<body>
    <!--tag di apertura -->
    <?php
         // qui puoi mettere il codice PHP
    ?>
    <!-- tag di chiusura -->
</body>

Ricordiamo che tutto quello che viene inserito tra i tag PHP ne deve anche rispettare la sintassi; e quindi ad esempio per visualizzare una stringa sulla pagina web non sarà più sufficente scriverla come in HTML, ma sarà necessario utilizzare ad esempio la funzione ‘echo’
<body>
    <?php
       echo "stampo a video";
    ?>
</body>

Ricordiamo inoltre che il PHP è un linguaggio lato server, e che da esso viene interpretato, quindi, quando con il nostro browser apriamo una pagina con codice PHP questo non sarà visibile, ma ci sarà solo il corrispettivo codice HTML che genera la pagina che noi visualizzeremo.

quindi scrivendo ad esempio il codice:
<body>
ciao <br />
    <?php
       echo "ciao1 n ciao2 <br /> ciao3";
       //   n è il carattere che identifica la nuova linea
    ?>
</body>

nel browser visualizzeremo:
ciao
ciao1 ciao2
ciao3

Infatti vedrete nel codice HTML che "n" avrà generato una fine riga che però in HTML non corrisponde al "<br />" che invece è stato inserito tra "ciao2" e "ciao3".

Un esempio pratico potrebbe essere inserire la data di oggi sul tuo sito:
<body>
  Oggi &egrave; il giorno
  <?php
     echo date('d-m-Y');
  ?>
</body>

nel browser visualizzeremo la data di oggi (per esempio):
Oggi è il giorno 18-01-2008

Per approfondire il tema PHP puoi seguire le attuali a prossime guide su CodiceFacile (anche iscrivendoti al Feed RSS – Risorse per programmatori) o seguendo la documentazione ufficiale di PHP. Per maggiori informazioni riguardo la funzione date() leggi l’articolo "Date() date e orari".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *